Di Nebbiolo e tappi a corona

Se c’è un vitigno che è da considerare il vero fuoriclasse del patrimonio ampelografico italiano, quello è senza dubbio il nebbiolo: longevità, compostezza, austerità, eleganza sono solo alcuni dei termini che possono descrivere i vari vini che si ricavano da quest’uva senza pari. Non serve nemmeno scomodare Barbaresco e Barolo, perché già nei Nebbiolo base, per così dire, si riconoscono quelle caratteristiche e quei tratti che poi verranno amplificati e resi maestosi nei grandi vini di Langa. Che cosa ci si aspetta però quando un Nebbiolo viene presentato col tappo a corona, come una bibita qualsiasi?

Nebbiolo Sisto NA 13 Carussin

Proprio quel vitigno da cui si ottengono i vini italiani più aristocratici, per impronta e lignaggio. La sorpresa è grande, stappando il Sisto NA 2013 di Carussin, azienda a conduzione biologica di San Marzano Oliveto (AT). Lasciato debitamente respirare, riproduce fedelmente il corredo olfattivo di un Nebbiolo di rango, a cui aggiunge un’irriverente spontaneità. Passa con disinvoltura da toni più selvatici e terrosi a un bel frutto maturo, dalla rosa secca a decise sensazioni mentolate e pepate. Come fresco e immediato appare al sorso, salvo ricordarci che è pur sempre un Nebbiolo tramite un tannino serrato e scalpitante. Sempre lontano ma così vicino ai suoi pari grado di impostazione più classica. Sempre in equilibrio tra inclinazione alla schiettezza e tradizionale austerità. In fondo si tratta pur sempre di una corona, per un vitigno che genera vini regali.

 

Azienda Agricola Carussin di Bruna Ferro
Regione Mariano, 27 – 14050 San Marzano Oliveto (AT), Piemonte
Tel 0141.831358 – 340.5012637

Lascia un commento