Oggi Bevo… Cortona Syrah 2011 – Stefano Amerighi

Stefano Amerighi Syrah

A volte mi capita di svegliarmi di primo mattino e sapere già in anticipo quale vino desidererei bere alla sera. Lo so, probabilmente non sono normale, me lo sono già sentito dire più volte e non ci faccio più caso. Questa mattina è successo di nuovo. “Questa sera voglio bere il Syrah di Stefano Amerighi”. Ed è andata proprio così. Serata importante, semifinale di Champions League, quale occasione migliore per aprire questa bottiglia, che mi incuriosisce da quando mi è stata regalata. Stefano Amerighi è un produttore di talento, titolare dell’omonima azienda situata nei dintorni di Cortona, in provincia di Arezzo. Cortona oggi è una DOC, ma veniva già citata ai tempi di Plinio il Giovane per il pregiato vino bianco denominato Etesiaca, nonché zona già apprezzata anche da Papa Paolo III, che amava dissetarsi con i vini cortonesi. Le varietà prodotte in questa area sono molte e comprendono lo chardonnay, il cabernet sauvignon, il sauvignon, il sangiovese ed altri. Ma il vitigno che forse rappresenta più significativamente Cortona è probabilmente il Syrah, originario della Valle del Rodano. Dopo lungo e approfondito studio del territorio, Stefano Amerighi ha individuato l’area che appariva maggiormente adatta a valorizzare questo vitigno e, nel 2002, ha avviato questo progetto: produrre un grandissimo Syrah cortonese. La produzione è limitata: solo 10.000 bottiglie ed un solo vino. Un gioiello raro in vendita a 20 – 25 Euro. La produzione è biodinamica certificata: in vigna i trattamenti si limitano a rame e zolfo; nessuna aggiunta in cantina, lieviti indigeni e niente solforosa. Nel calice si presenta di un bel rosso rubino di buona luminosità. Sul bicchiere si formano archetti fitti e lenti, indici di un certo grado alcolico e di una robusta struttura. Al naso arriva per primo il profumo di fiori. Fresco e nitido, forse una viola. Subito dopo arriva il frutto, maturo, intenso, ricorda la prugna. Infine arriva la nota minerale, la grafite, e poi la speziatura del tabacco. In bocca entra fresco e scorrevole. L’alcol è ben calibrato, il tannino si avverte ma è sussurrato. Allo stesso tempo è potente ma anche elegante ed il finale richiama già un altro sorso. Potrei berne una magnum da solo, ma la semifinale di Champions è finita ed il vino altrettanto. Entrambi lasceranno un bellissimo ricordo di questa serata, già predestinata sin dal mattino.

Stefano Amerighi
Poggiobello di Farneta – Cortona (AR)
Tel. 0575/648340
www.stefanoamerighi.it
info@stefanoamerighi.it

Una risposta a “Oggi Bevo… Cortona Syrah 2011 – Stefano Amerighi”

  1. …concordo sul fatto che Stefano abbia stoffa nel produrre il suo Syrah… Vogliamo trovargli un difetto (o forse e’ un pregio?!)? il rimanere cronicamente senza vino !

Lascia un commento